ALTERNANZA SCUOLA LAVORO: FINORA UN MEZZO FALLIMENTO

Finora in Basilicata l’alternanza scuola-lavoro è stato un mezzo fallimento. 400 ore di studi perse e nessun guadagno sul piano dell’esperienza lavorativa, trasformata in visite ai luoghi di lavoro, oppure in attività marginali proprie di chi dice ai ragazzi. “mettetevi in un angolo e non date fastidio”. Il senso stesso dell’iniziativa che in altre nazioni ha avuto successo è nel fatto che qui non si prende sul serio questo tipo di apprendimento, nè da parte delle scuole nè da parte delle aziende. Oggi che la camera di Commercio apre una nuova finestra per questa esperienza lavorativa, qualche correttivo si intravede ma è troppo poco per dire che la situazione è cambiata. Occorre che ci sia un disciplinare delle attività da fare, con tanto di vigilanza e con l’assegnazione del tutoraggio, responsabile appunto del percorso preliminare all’apprendistato. Vedremo se da questa nuova iniziativa si possano trarre conclusioni meno sconfortanti. La Camera di Commercio di Potenza, che ha posto il tema al centro di una delle sue direttrici principali, nell’ambito di un più complessivo programma di orientamento al lavoro e alle professioni, ha appena pubblicato un Bando che eroga voucher in favore delle imprese della provincia di Potenza che abbiano realizzato percorsi di alternanza Scuola-Lavoro dal 1 marzo al 30 settembre 2018.
I voucher partono da 700 euro per lo svolgimento di un percorso individuale di Alternanza Scuola-Lavoro, per poi salire a 900 (da 2 fino a 4 percorsi) e a 1.100 (per 5 o più percorsi). Nel caso di percorso svolto da studente diversamente abile verrà inoltre riconosciuto un ulteriore importo di 200 euro. Infine, è riconosciuta una premialità di 250 euro all’impresa in possesso di almeno una “stelletta” nel rating di legalità.
Per accedere ai contributi, le imprese dovranno obbligatoriamente (e gratuitamente) iscriversi al Registro nazionale per l’Alternanza Scuola-Lavoro, strumento che consentirà ai dirigenti scolastici di consultare le caratteristiche delle aziende per cercare di trovare le migliori profilazioni rispetto ai tematismi di studio degli studenti e alle loro aspirazioni.
La domanda di partecipazione potrà essere inoltrata  fino al 30 settembre alle ore 24.00