RIFIUTI, LA STRADA E’ ANCORA LUNGA

Tra gli indicatori che segnano le dinamiche di sviluppo di un territorio, quello dello smaltimento dei rifiuti occupa un posto importante, non solo perché segna direttamente il livello di qualità di vita di una comunità, ma perché il corretto funzionamento del servizio è importante per la stessa allocazione di imprese che nel ciclo di produzione si trovano davanti alla esigenza di smaltimento degli scarti. Questo soprattutto per le tipologie di imprese che trasformano prodotti agricoli o zootecnici. Le tabelle che  l’Istat ha pubblicato arrivano al 2014 , ma sono egualmente indicative di una situazione che, per quanto riguarda la basilicata, è estremamente carente sia in ordine alla raccolta differenziata, sia in ordine  al compostaggio. Dino Rosa INVESTINBASILICATA.IT

Ind. 083 Rifiuti urbani raccolti  
  Rifiuti urbani raccolti per abitante (chilogrammi)
  2012 2013 2014  
Abruzzo 478,5 453,5 445,0  
Molise 403,9 395,1 385,7  
Campania 442,9 437,4 436,5  
Puglia 487,0 473,8 466,9  
Basilicata 379,9 359,4 348,3  
Calabria 435,3 421,3 409,4  
Nord 502,8 492,9 495,9  
centro 579,3 558,2 547,1  
mezzogiorno 462,4 450,0 442,9  
italia 503,8 491,0 487,8  

 la Produzione totale di rifiuti urbani per regione, anni 2010 – 2014,

  2010 2011 2012 2013 2014
Abruzzo 681.021 661.820 626.639 600.016 593.080
Molise 132.153 132.754 126.513 124.075 121.123
Campania 2.786.097 2.639.586 2.554.383 2.545.445 2.560.486
Puglia 2.149.870 2.095.402 1.972.430 1.928.610 1.909.748
Basilicata 221.372 220.241 219.151 207.477 201.130
Calabria 941.825 898.196 852.435 829.792 809.974

Dato fornito da http://www.isprambiente.gov.it

Per quanto riguarda la raccolta differenziata dei rifiuti urbani possiamo analizzare il dato relativo ai

Rifiuti urbani oggetto di raccolta differenziata sul totale dei rifiuti urbani (percentuale)ed avremo:

  2012 2013 2014
Abruzzo 37,9 42,9 46,1
Molise 18,4 19,9 22,3
Campania 41,5 44,0 47,6
Puglia 17,6 22,1 25,9
Basilicata 21,9 25,8 27,6
Calabria 14,6 14,8 18,6
Nord 52,7 54,4 56,7
centro 33,1 36,4 40,8
mezzogiorno 26,5 28,8 31,3
italia 40,0 42,3 45,2

Analizzando, invece, la quantità di frazione umida trattata in impianti di compostaggio per la produzione di compost di qualità possiamo affermare che l’indicatore è ottenuto come rapporto fra frazione umida trattata in compostaggio sulla frazione di umido nel rifiuto urbano (%).

Ind. 053 Quantità di frazione umida trattata in impianti di compostaggio per la produzione di compost di qualità
  Frazione umida trattata in impianti di compostaggio sulla frazione di umido nel rifiuto urbano totale (percentuale)    
                         
ANNI 2012 2013 2014                  
Abruzzo 30,3 36,7 38,3                  
Molise 18,5 39,9 64,9                  
Campania 8,7 8,5 5,9                  
Puglia 23,8 25,1 25,0                  
Basilicata 0,0 0,0 0,0                  
Calabria 12,8 9,6 16,9                  
Nord 65,5 63,4 74,4                  
centro 28,9 32,4 31,7                  
mezzogiorno 19,8 20,6 21,3                  
italia 42,3 42,5 47,8                  

 Su dati forniti da Istat e ispra.